Chianti Classico Riserva

DOCG Riserva

Chianti Collection

Chianti Classico Riserva

Uve Impiegate

Varietà tradizionali del Chianti Classico con forte predominanza di Sangiovese

Metodo di produzione

Alla fermentazione alcolica con macerazione di media lunghezza, segue l’invecchiamento di 2 anni in botti di rovere di Slavonia (60-120 hl). L’evoluzione si conclude solo dopo almeno 6 mesi di affinamento in bottiglia.

Il commento dell’enologo

Fedele alla migliore tradizione Toscana, Banfi propone una famiglia di Chianti diversificata e complementare, inconfondibile nello stile. Questo il Chianti più importante, si contraddistingue per il bagaglio aromatico ricco e complesso sia al naso che in bocca e per la grande potenza che ne fa un vino con ottime potenzialità di invecchiamento.

Note sulle annate 2012

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% Sangiovese, 10% Cabernet Sauvignon, 10% Canaiolo Nero.
  • Metodo di produzione

    La fermentazione è avvenuta a temperatura controllata a 25- 30°C in tini acciaio con 10 giorni di macerazione. I vini appena svinati sono stati posti in barrique dove hanno fatto la fermentazione malolattica naturale senza inoculo di batteri. Al termine della fermentazione malolattica tutte le barrique sono state sfecciate, ricolmate e tappate. E’ seguito un invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • ALCOHOL 13.0%
  • PH 3.42
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27.0
  • intensità di colore 0.68
  • Acidità totale 5.1
  • Acidità malica 0.01
  • Acidità Volatile 0.45
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 110
  • Libera 35
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata nei tempi consueti, con i mesi di aprile e maggio miti e asciutti. Nel mese di giugno si sono avute temperature fresche, con assenza di precipitazioni. L’estate è proseguita con temperature nella media stagionale nel mese di luglio fino a metà agosto, quando si sono improvvisamente alzate sopra i 40°C, fino alla fine del mese. Un settembre soleggiato, e con temperature rientrate nelle medie stagionali, ha favorito le operazioni vendemmiali.
DEGUSTAZIONE

Il colore è intenso con sfumature granate. L’aroma è complesso e ricco di sentori balsamici, ma anche di confettura, tabacco e cacao. La struttura marcata, risultato in buona parte dell’innalzamento delle temperature nella seconda metà di agosto, è al contempo supportata da tannini dolci e discreti, che conferiscono dimensione e lunghezza. I profumi di bocca sono ben bilanciati e persistenti. Il vino è perfettamente godibile da subito e mostra inoltre un’ottima attitudine all’invecchiamento medio – lungo.

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    Fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni a cui segue la fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia. 

Caratteristiche tecniche
  • ALCOHOL 13,5%
  • PH 3,50
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 28,0
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,98
  • intensità di colore 0,72
  • Acidità totale 5,0
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,44
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 108
  • Libera 34
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è avvenuta nei tempi consueti, con un clima particolarmente mite e asciutto nei mesi di aprile e maggio. Alle soleggiate giornate di giugno sono poi seguite copiose precipitazioni nella seconda decade di luglio, con conseguente notevole abbassamento delle temperature. Le temperature di inizio agosto sono state piuttosto fresche, ma da metà mese è subentrata un’area anticiclonica, di origine africana, che ha portato un deciso rialzo termico, con temperature ben oltre la media del periodo e che si sono protratte per circa due settimane. Di conseguenza si è registrato uno stress idrico che ha accelerato i tempi di maturazione. Settembre e ottobre soleggiati e asciutti con temperature molto calde.
DEGUSTAZIONE

Colore intenso con toni granati. Complesso e dolce all’olfatto, con sentori di tabacco, vaniglia e confettura di prugne. La struttura è importante, con una notevole presenza di tannini maturi. La buona acidità garantisce una notevole freschezza. Questo vino ha un finale lungo e un’ottima potenzialità all’invecchiamento. 

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo
  • Metodo di produzione

    Fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni a cui segue la fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia. 

Caratteristiche tecniche
  • ALCOHOL 13,5%
  • PH 3,51
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 29,3
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,08
  • intensità di colore 0,60
  • Acidità totale 5,1
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,44
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 102
  • Libera 36
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata con un leggero ritardo, e la primavera è stata caratterizzata dalla piovosità dei mesi di maggio e giugno. A giugno si sono registrate temperature molto fresche e ampiamente sotto le medie stagionali. Da inizio luglio il caldo si è intensificato ed è continuato fino a metà agosto, quando le temperature si sono abbassate e, contemporaneamente, si sono avute buone escursioni termiche tra il giorno e la notte che, unite alle scarse precipitazioni, hanno favorito la buona qualità delle uve, agevolando le operazioni di vendemmia.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva profondo. Il bouquet è complesso e richiama sia le note varietali di confettura di prugna e mora, sia sentori derivanti dall’affinamento, quali liquirizia, vaniglia e una punta di cuoio. Vino di ottima struttura, morbido, ben dimensionato ed equilibrato.  Finale lungo e persistente. 

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni a cui segue la fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia. 

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,9
  • ALCOHOL 13,2%
  • PH 3,56
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,7
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,3
  • intensità di colore 0,63
  • Acidità totale 5,00
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,34
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 105
  • Libera 35
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata nei tempi consueti e la primavera è stata caratterizzata da maggio e giugno molto piovosi; le temperature di giugno e della prima settimana di luglio sono state molto fresche e ampiamente sotto le medie stagionali; da metà luglio le temperature hanno cominciato ad alzarsi fino a diventare torride in agosto; tuttavia le notti sono state relativamente fresche e questo ha giovato tantissimo alla qualità delle uve, sia nei profumi che per la sintesi dei polifenoli. Settembre e ottobre soleggiati e asciutti con temperature calde.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso intenso con sfumature granate. Il bouquet è rotondo, con sentori di viola, liquirizia e note molto delicate di cuoio. In bocca la struttura è ampia, morbida, avvolgente ed esuberante. Il finale di bocca è molto persistente.

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 7 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23
  • ALCOHOL 13,3%
  • PH 3,43
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,7
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,2
  • intensità di colore 0,65
  • Acidità totale 5,00
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,48
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 107
  • Libera 33
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata con un certo ritardo, ma anche le fasi successive sono state ritardate da piogge al di sopra della media in maggio e giugno. Anche la temperatura è stata più fresca della norma fino a metà luglio. Per ferragosto la grandine ha arrecato gravi danni su numerose vigne determinandone una abbassamento produttivo notevole. Tutte queste circostanze unite ad un settembre decisamente freddo hanno determinato uno slittamento in avanti dei tempi di raccolta di quasi due settimane.
DEGUSTAZIONE

Colore intenso e profondo, con nuance granate. Il bouquet aromatico è ampio, con una nota iniziale tartufata che in un secondo tempo si apre svelando sentori di liquirizia, tabacco e confettura di prugna. La struttura è potente, ampia, sostenuta da una buona acidità, che mantiene grande freschezza e persistenza. Ottima attitudine all’invecchiamento.

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 7 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23
  • ALCOHOL 13,2%
  • PH 3,40
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 26,9
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,2
  • intensità di colore 0,83
  • Acidità totale 5,00
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,48
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 107
  • Libera 35
  • Decorso Stagionale La stagione, grazie all’inverno mite, è iniziata molto precocemente con un notevole anticipo del risveglio primaverile. A fine maggio e inizio giugno le straordinarie precipitazioni hanno rimpinguato le falde acquifere in modo tale che l’eccezionale ondata di caldo di metà luglio non ha avuto ripercussioni negative sulla vite. La vendemmia è iniziata circa una settimana prima del consueto e si è svolta lungo tutto settembre e metà di ottobre senza ostacolo di alcun tipo, in un inizio autunnale di rara bellezza atmosferica.
DEGUSTAZIONE

Colore intenso e profondo, con nuance granate. Il bouquet aromatico è ampio, con una nota iniziale tartufata che in un secondo tempo si apre svelando sentori di liquirizia, tabacco e confettura di prugna. La struttura è potente, ampia, sostenuta da una buona acidità, che mantiene grande freschezza e persistenza. Ottima attitudine all’invecchiamento.

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • ALCOHOL 13%
  • PH 3,40
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 26,7
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,2
  • intensità di colore 0,80
  • Acidità totale 5,17
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,45
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 117
  • Libera 34
  • Decorso Stagionale Le giuste piogge primaverili hanno ben rimpinguato le falde acquifere, facendo in modo che l’acqua non fosse mai carente durante i caldi mesi estivi. Le calde temperature di luglio hanno favorito le premesse per un’ottima maturazione a cui ha fatto seguito un agosto caratterizzato da ottime escursioni termiche tra il giorno e la notte. Ottimo pur il mese di settembre.
DEGUSTAZIONE

Colore intenso con sfumature granate. Al naso è complesso con sentori balsamici ma anche note di confettura, tabacco e una leggera nota cuoiosa.  Struttura molto piena e rotonda, costituita da tannini dolci, che conferiscono dimensione e lunghezza. Profumi di bocca persistenti. Ottima attitudine all’invecchiamento.

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,1
  • ALCOHOL 12,9%
  • PH 3,56
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 28,9
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,1
  • intensità di colore 0,84
  • Acidità totale 5,26
  • Acidità malica 0,7
  • Acidità Volatile 0,47
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 115
  • Libera 31
  • Decorso Stagionale Il decorso primaverile è stato regolare. L’estate non è mai stata torrida e agosto non ha mai visto le piante in condizioni di stress, anzi, è stato un mese insolitamente fresco. Eccezion fatta per la prima settimana, settembre è stato caldo e soleggiato, per cui la vendemmia si è potuta svolgere e concludere senza particolari patemi d’animo.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso intenso con tonalità granate . Al naso è complesso con sentori balsamici e note di confettura, tabacco e cacao. La struttura è compatta, supportata da particolarmente tannini dolci che conferiscono grande dimensione e lunghezza, così come persistenti profumi in bocca. Vino dotato di un’ottima attitudine all’invecchiamento medio – lungo.

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,1
  • ALCOHOL 12,9%
  • PH 3,47
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,7
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,2
  • intensità di colore 0,911
  • Acidità totale 5,15
  • Acidità malica 0,07
  • Acidità Volatile 0,49
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 120
  • Libera 41
  • Decorso Stagionale L’inizio dell’attività vegetativa è stato regolare, con buone precipitazioni primaverili che hanno favorito il rimpingui mento delle falde acquifere. L’estate si è rivelata più fresca rispetto agli ultimi anni e, ciò che è più importante, le escursioni termiche tra il giorno e la notte sono state molto elevate. Questo fenomeno ha giovato ad una maturazione più graduale ed equilibrata rispetto alla precedente anno.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso intenso con tonalità granate. Al naso risulta quasi dolce con le caratteristiche note di confettura, liquirizia e cacao, ma anche con una piccola sfumatura cuoiosa. I tannini sono dolci e la struttura risulta calda,  gentile e ben equilibrata. Godibile fin da adesso, adatto ad un invecchiamento medio-lungo. 

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,1
  • ALCOHOL 12,9%
  • PH 3,56
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 30,6
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,91
  • intensità di colore 0,722
  • Acidità totale 5,33
  • Acidità malica 0,1
  • Acidità Volatile 0,5
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 139
  • Libera 47
  • Decorso Stagionale L’annata è stata segnata da una forte gelata primaverile che ha ridotto notevolmente la produzione, favorendo al contempo l’elevata qualità e la concentrazione delle uve. Ma l’aspetto che più ha caratterizzato questa vendemmia è stato il grande caldo. Una delle estati più calde a memoria d’uomo ha fatto sì che la vendemmia fosse mediamente anticipata di oltre una settimana ed ha ulteriormente ridotto le quantità. Le abbondanti riserve idriche accumulate nell’inverno passato hanno permesso di ovviare alla mancanza di piogge, mentre l’ottima escursione termica, che si è mantenuta durante l’intera stagione, ha contribuito a garantire la salute e complessità del frutto, nonché la freschezza e ricchezza degli aromi. Le uve sanissime di questa vendemmia ne fanno quindi un’ottima annata dal lato qualitativo
DEGUSTAZIONE

Colore rosso intenso con tonalità granate. Al naso risulta quasi dolce con le caratteristiche note di prugna e ciliegia, evidente anche la presenza del cuoio. I tannini sono morbidi e la struttura risulta ben equilibrata. Godibile fin da adesso, adatto ad un invecchiamento medio-lungo. 

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23
  • ALCOHOL 12,8%
  • PH 3,64
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 30,7
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,8
  • intensità di colore 0,8
  • Acidità totale 5,0
  • Acidità malica 0,04
  • Acidità Volatile 0,55
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 98
  • Libera 33
  • Decorso Stagionale Un inizio di stagione caldo ed asciutto aveva fatto ben sperare per una vendemmia di grande qualità, ma a cavallo dei mesi di agosto e settembre forti piogge ne hanno minacciato il regolare svolgimento. Le piogge hanno in parte ostacolato le operazioni di raccolta senza tuttavia incidere sullo stato fitosanitario dei vigneti, sia grazie alla precocità della vendemmia, sia per la struttura degli impianti: infatti, gli ampi spazi tra i filari hanno permesso una circolazione ottimale dei flussi d’aria mettendo sostanzialmente le uve al riparo dai rischi di muffe e marciume.
DEGUSTAZIONE

Colore intenso con tonalità granate. Profumo dolce, di prugna, con note di tabacco e di cuoio. I tannini sono dolci e la struttura risulta ben equilibrata. Ottima attitudine ad un invecchiamento a medio-lungo termine. 

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,8
  • ALCOHOL 13%
  • PH 3,58
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 31,1
  • intensità di colore 1078
  • Acidità totale 5,3
  • Acidità malica 0,08
  • Acidità Volatile 0,55
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 96
  • Libera 30
  • Decorso Stagionale Annata segnata da una forte gelata primaverile che ha ridotto notevolmente la produzione. Fine giugno caratterizzato da qualche pioggia, importante per rimpinguare le riserve idriche. Come sempre il gran caldo si è presentato soprattutto a fine luglio, però a differenza dell’anno precedente, si è trattato di una comparsa sufficientemente graduale, da permettere alle piante un buon adattamento. Le condizioni durante la raccolta sono state ottimali.
DEGUSTAZIONE

Colore intenso e rubino, profondo. Il profilo aromatico è dolce e fruttato, con note di tabacco, caffè, liquirizia, vaniglia, ma anche di piccoli frutti e confettura. I tannini sono dolci e conferiscono alla struttura una notevole dimensione e pienezza; sapido, ben equilibrato, persistente. Ottima attitudine all’invecchiamento medio-lungo. 

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per un periodo di 10 giorni; fermentazione malolattica. Invecchiamento in botti di legno di Slavonia per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,9
  • ALCOHOL 12,9
  • PH 3,54
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 30
  • intensità di colore 784
  • Acidità totale 5,3
  • Acidità malica 0,02
  • Acidità Volatile 0,55
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 98
  • Libera 29
  • Decorso Stagionale L’inizio dell’attività vegetativa è stato leggermente anticipato, e giugno si è caratterizzato nella sua seconda quindicina, per una buona piovosità, tale da rimpinguare molto opportunamente le riserve idriche del suolo. Il decorso dell’estate si è svolto con temperature medie inferiori rispetto alla passata stagione, ed il periodo di maggiore calura è stato più breve. In sintesi, temperature più basse, soleggiamento, disponibilità idrica, hanno favorito una maturazione ottimale senza alcuno stress per le piante. Il periodo di raccolta, praticamente non è mai stato disturbato da eventi piovosi, che tuttavia si sono verificati quando ormai il prodotto era già stato raccolto.
DEGUSTAZIONE

Colorerosso malva molto intenso e profondo; il carattere del ’99 è la complessità, infatti troviamo confettura di prugne, ma vi sono pure sentori floreali come viola, ciclamino ed altri più evoluti di Scotch butter, cuoio, tabacco, liquirizia. Struttura importante caratterizzata da tannini dolci come è proprio di questa vendemmia; potente, morbido e ben equilibrato. 

  • Chianti Classico Riserva
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 80% sangiovese, 10% cabernet sauvignon, 10% canaiolo nero
  • Metodo di produzione

    a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C); fermentazione malolattica . Invecchiamento in legno (Slavonia) per un periodo di 12 mesi. Segue un adeguato affinamento in bottiglia.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,9
  • ALCOHOL 12,8
  • PH 3,51
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 29,7
  • intensità di colore 784
  • Acidità totale 5,5
  • Acidità malica 0,09
  • Acidità Volatile 0,44
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 98
  • Libera 29
  • Decorso Stagionale Annata caratterizzata da un andamento climatico particolarmente siccitoso nel periodo estivo. Molta influenza sulla qualità dell’uva hanno avuto le elevate temperature di fine luglio luglio e metà agosto. Conseguentemente lo sviluppo vegetativo della vite è risultato maggiormente contenuto, come pure la dimensione degli acini è risultata essere minore rispetto agli anni precedenti. La maggiore incidenza della buccia e dei vinaccioli rispetto alla polpa ha condizionato la fase di vinificazione, in quanto in questo tipo di situazione il rischio tannico aumenta sensibilmente e per scongiurarlo si sono ridotti i tempi di macerazione e si è provveduto all’eliminazione dei vinaccioli per quanto era possibile.
DEGUSTAZIONE

Dotato di un rosso malva intenso e profondo; caratterizzato da sentori di viola, ciclamino e confettura di prugne, con note di sigaro e di caffè. Struttura a trama fitta e morbida, con tannino dolce e maturo; lungo, con aromi di bocca dolci. Buona tenuta al tempo e presumibilmente raggiungerà il massimo della sua espressione fra due anni, ma con potenzialità per rimanerci a lungo.

PRIVACY POLICY

La tutela della privacy per Banfi S.r.l. è fondamentale. Banfi S.r.l. si impegna a mantenere riservate le informazioni personali degli utenti. È possibile offrire un servizio migliore facendo in modo che l'utente sia consapevole e capisca le norme e i criteri adottati per la tutela della privacy. I criteri che utilizza Banfi S.r.l. nel trattamento dei dati personali sono indicati di seguito.
 
Perchè vengono raccolti i dati personali
Banfi S.r.l. raccoglie e utilizza le informazioni personali degli utenti per garantire un servizio migliore e per facilitare l'accesso a una vasta gamma di prodotti e servizi. Inoltre, i dati personali vengono utilizzati per mantenere ogni utente aggiornato su nuovi prodotti e su altre informazioni che Banfi S.r.l. ritiene possano interessare. Inoltre, i dati personali possono essere utilizzati per contattare l'utente per invitarlo a partecipare ad eventuali ricerche di mercato che permettano sia di valutare il grado di soddisfazione che di sviluppare prodotti migliori.
 
Come vengono raccolti i dati personali
Le informazioni riguardanti gli utenti vengono raccolte in molti modi. Per esempio, le informazioni utilizzabili per contattare l'utente possono essere richieste quando egli scrive a Banfi S.r.l., telefona per richiedere un servizio o partecipa a un sondaggio online. Inoltre, quando viene effettuata l'iscrizione a servizi Internet Banfi S.r.l. o l'iscrizione a una mailing list, vengono fornite informazioni che sono poi raccolte ed archiviate all'interno di un database sicuro.
 
Quando vengono rivelati i dati personali
Può accadere che sia necessario rivelare i dati personali dei clienti per legge o durante un procedimento legale o qualora fosse necessario per il pubblico interesse.
 
Come vengono tutelati i dati personali
Banfi S.r.l. tutela la sicurezza dei dati che gli utenti inviano, utilizzando procedure fisiche, elettroniche e gestionali. Banfi S.r.l. invita gli utenti a prendere le necessarie precauzioni per proteggere i propri dati personali su Internet. Banfi S.r.l. suggerisce di modificare spesso le password, utilizzando una combinazione di lettere e di numeri e assicurandosi di utilizzare un browser sicuro.

Accedere alle informazioni personali
L'utente può in ogni momento accedere alle informazioni che lo riguardano. Per consultare e aggiornare le informazioni personali informazioni personali che Banfi S.r.l. ha raccolto, è possibile contattare banfi@banfi.it.
 
Raccolta di altre informazioni personali
È possibile navigare nel sito di Banfi S.r.l. in modo anonimo. Tuttavia, il browser comunica automaticamente il tipo di computer e di sistema operativo utilizzati.

Come molti altri siti web, il sito web di Banfi S.r.l. utilizza la tecnologia "cookie". La prima volta che l'utente si collega al sito, il cookie identifica il browser con un numero casuale univoco. I cookie utilizzati non rivelano alcuna informazione di carattere personale dell'utente, tranne eventualmente il nome di battesimo che viene utilizzato per dare il benvenuto al momento della visita successiva. I cookie consentono di capire quali parti dei siti sono consultate con maggiore frequenza, quali sono i percorsi dei visitatori e per quanto tempo essi rimangono collegati. I cookie vengono utilizzati per studiare gli schemi di traffico sul sito Banfi S.r.l. così da poterlo migliorare.