Chianti Classico

DOCG

Chianti Collection

Chianti Classico

Uve Impiegate

Varietà tradizionali del Chianti Classico con forte predominanza di Sangiovese.

Metodo di produzione

La fermentazione avviene con macerazione tradizionale a contatto con le bucce per 8-10 giorni. Segue l’affinamento con rapido passaggio in botte. L’imbottigliamento è compiuto nell’estate successiva alla vendemmia.

Il commento dell’enologo

Fedele alla migliore tradizione Toscana, Banfi propone una famiglia di Chianti diversificata e complementare, inconfondibile nello stile. Questo una bella espressione di Chianti Classico, di buona consistenza e carattere, con un finale lungo e persistente.

Note sulle annate 2014

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico.
  • Metodo di produzione

    Fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi a cui segue un affinamento in legno (botti grandi e barrique di rovere francese) di circa 3 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,3
  • ALCOHOL 12,9
  • PH 3,41
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 28,1
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,5
  • intensità di colore 0,7
  • Acidità totale 5,5
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,50
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 110
  • Libera 32
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata con leggero anticipo. Abbiamo avuto una primavera molto piovosa e temperature fresche, e ampiamente sotto le medie stagionali, nei mesi estivi. Questo ha fatto sì che la maturazione delle uve sia avvenuta con un ritardo di circa 10 giorni rispetto agli anni passati. La raccolta delle varietà più precoci è stata agevolata da un inizio di settembre piuttosto fresco, mentre le varietà più tardive hanno goduto di un innalzamento delle temperature nell’ultima decade del mese, che ha permesso la completa maturazione delle uve.
DEGUSTAZIONE

Il colore è rosso rubino con sfumature malva. Il profumo è caratterizzato da una chiara nota di ciliegia e prugna, accompagnata da sentori di panna e da una punta di cuoio. La struttura è morbida, ben dimensionata e di facile beva, grazie in primo luogo al suo ottimo equilibrio. Il finale è persistente e si può gustare una ben integrata e piacevole nota legnosa.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    Fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi a cui segue un affinamento in legno (botti grandi e barrique di rovere francese) di circa 3 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,3
  • ALCOHOL 13%
  • PH 3,46
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,4
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,4
  • intensità di colore 0,7
  • Acidità totale 5,1
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,39
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 108
  • Libera 31
  • Decorso Stagionale Dopo una primavera e un inizio estate piuttosto piovosi, i mesi di settembre e ottobre sono stati molto buoni dal punto di vista meteorologico, con tanto sole e un’ottima ventilazione. Con la vendemmia 2013 siamo tornati alla “normalità” degli anni ’80 e ’90 e la raccolta è iniziata con circa 15 giorni di ritardo rispetto agli ultimi anni. Le benevoli condizioni climatiche hanno favorito una maturazione graduale e tardiva delle uve, che si sono presentate in eccellenti condizioni qualitative, con profumi varietali meravigliosamente intensi e un buon equilibrio tra grado alcolico e acidità molto sviluppate.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva profondo; bouquet complesso  di frutti rossi,  con ciliegia e mora che spiccano, ma anche vaniglia e cuoio nel finale. In bocca è ben strutturato, ma di consistenza assai morbida. Ottimo fin di bocca lungo e persistente.

 

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    Fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi a cui segue un affinamento in legno (botti grandi e barrique di rovere francese) di circa 3 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,3
  • ALCOHOL 13%
  • PH 3,60
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 28,3
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,4
  • intensità di colore 0,6
  • Acidità totale 5,0
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,4
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 106
  • Libera 34
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata nei tempi consueti, con i mesi di aprile e maggio miti e asciutti. Nel mese di giugno si sono avute temperature fresche, con assenza di precipitazioni. L’estate è proseguita con temperature nella media stagionale nel mese di luglio fino a metà agosto, quando si sono improvvisamente alzate sopra i 40°C, fino alla fine del mese. Un settembre soleggiato, e con temperature rientrate nelle medie stagionali, ha favorito le operazioni vendemmiali.
DEGUSTAZIONE

Il colore è rosso malva, profondo e giovane. Il profumo complesso richiama sia le note varietali di confettura di prugna e mora, sia sentori derivanti dall’affinamento, come liquirizia, vaniglia e cuoio. La struttura è ottima e di grande equilibrio, il finale lungo e persistente.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    Fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi a cui segue un affinamento in legno (botti grandi e barrique di rovere francese) di circa 3 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,6
  • ALCOHOL 13,2%
  • PH 3,45
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 28,6
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,8
  • intensità di colore 0,66
  • Acidità totale 5,3
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,4
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 101
  • Libera 37
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è avvenuta nei tempi consueti, con un clima particolarmente mite e asciutto nei mesi di aprile e maggio. Alle soleggiate giornate di giugno sono poi seguite copiose precipitazioni nella seconda decade di luglio, con conseguente notevole abbassamento delle temperature. Le temperature di inizio agosto sono state piuttosto fresche, ma da metà mese è subentrata un’area anticiclonica, di origine africana, che ha portato un deciso rialzo termico, con temperature ben oltre la media del periodo e che si sono protratte per circa due settimane. Di conseguenza si è registrato uno stress idrico che ha accelerato i tempi di maturazione. Settembre e ottobre soleggiati e asciutti con temperature molto calde.
DEGUSTAZIONE

Il colore è rosso malva profondo. Il profumo complesso è connotato da frutti rossi, ciliegia e nota di confettura, ma anche da una lieve presenza floreale. La struttura è ampia, consistente e morbida, con una buona acidità. Il finale molto persistente.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi a cui segue un affinamento in legno (botti grandi e barrique di rovere francese) di circa 3 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,1
  • ALCOHOL 13,0%
  • PH 3,44
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,6
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,8
  • intensità di colore 0,66
  • Acidità totale 5,1
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,4
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 99
  • Libera 35
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata con un leggero ritardo, e la primavera è stata caratterizzata dalla piovosità dei mesi di maggio e giugno. A giugno si sono registrate temperature molto fresche e ampiamente sotto le medie stagionali. Da inizio luglio il caldo si è intensificato ed è continuato fino a metà agosto, quando le temperature si sono abbassate e, contemporaneamente, si sono avute buone escursioni termiche tra il giorno e la notte che, unite alle scarse precipitazioni, hanno favorito la buona qualità delle uve, agevolando le operazioni di vendemmia.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva molto intenso. Il bouquet risulta complesso con note di frutti rossi,  in cui risaltano la ciliegia e la mora. Al palato è ben strutturato, con una buona presenza di tannini poco invedenti. Il finale di bocca è imponente, prolungato e duraturo.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,1
  • ALCOHOL 13,0%
  • PH 3,44
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 26,8
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,40
  • intensità di colore 0,66
  • Acidità totale 5,0
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,46
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 99
  • Libera 35
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata nei tempi consueti e la primavera è stata caratterizzata da maggio e giugno molto piovosi; le temperature di giugno e della prima settimana di luglio sono state molto fresche e ampiamente sotto le medie stagionali; da metà luglio le temperature hanno cominciato ad alzarsi fino a diventare torride in agosto; tuttavia le notti sono state relativamente fresche e questo ha giovato tantissimo alla qualità delle uve, sia nei profumi che per la sintesi dei polifenoli. Settembre e ottobre soleggiati e asciutti con temperature calde.
DEGUSTAZIONE

Rosso malva, profondo; profumo complesso  di frutti rossi,  con ciliegia e mora in bella evidenza. In bocca è ben strutturato, ma di consistenza assai morbida. Ottimo fin di bocca lungo e persistente

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,1
  • ALCOHOL 13,0%
  • PH 3,55
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 26,8
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,40
  • intensità di colore 0,73
  • Acidità totale 5,0
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,46
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 98
  • Libera 33
  • Decorso Stagionale Ad un inverno con piogge al di sopra delle medie stagionali e temperature abbastanza miti, ha fatto seguito una primavera molto regolare sia dal punto di vista delle precipitazioni che delle temperature. I mesi di maggio e giugno sono stati caratterizzati da piogge a fasi alterne, con temperature piuttosto fresche fino a metà luglio. Un'annata in cui le varie fasi di sviluppo della vite hanno subito un rallentamento rispetto agli anni passati compresa la vendemmia che, posticipata di circa due settimane, si è svolta in modo ottimale.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva profondo. Al naso risulta complesso, con note di frutta matura, prugna, ciliegia, mora e fiori secchi. La struttura è potente, morbida e setosa. Il finale è ottimo, molto lungo e persistente. 

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23,4
  • ALCOHOL 13,0%
  • PH 3,41
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,6
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 1,80
  • intensità di colore 0,94
  • Acidità totale 5,1
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,43
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 80
  • Libera 34
  • Decorso Stagionale La stagione, grazie all’inverno mite, è iniziata molto precocemente con un notevole anticipo del risveglio primaverile. A fine maggio e inizio giugno le straordinarie precipitazioni hanno rimpinguato le falde acquifere in modo tale che l’eccezionale ondata di caldo di metà luglio non ha avuto ripercussioni negative sulla vite. La vendemmia è iniziata circa una settimana prima del consueto e si è svolta lungo tutto settembre e metà di ottobre senza ostacolo di alcun tipo, in un inizio autunnale di rara bellezza atmosferica.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva profondo. Al naso risulta complesso, con note di frutta matura, prugna, ciliegia, mora e fiori secchi. La struttura è potente, morbida e setosa. Il finale è ottimo, molto lungo e persistente. 

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,8
  • ALCOHOL 13,15%
  • PH 3,38
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,4
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,80
  • intensità di colore 0,86
  • Acidità totale 5,15
  • Acidità malica 0,03
  • Acidità Volatile 0,33
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 66
  • Libera 33
  • Decorso Stagionale Le giuste piogge primaverili hanno ben rimpinguato le falde acquifere, di modo che l’acqua non è mai stata carente durante i caldi mesi estivi. Un luglio molto caldo ha favorito le premesse per un’ottima maturazione a cui ha fatto seguito un agosto con ottime escursioni termiche tra il giorno e la notte. Ottimo pure settembre.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva profondo. Profumo complesso con sentori di piccoli frutti e prugna, ma anche di più complessi come cuoio e tabacco. Buona struttura, ben dimensionata e con un ottimo equilibrio. Il finale è molto lungo.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,8
  • ALCOHOL 12,9%
  • PH 3,46
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27,8
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,92
  • intensità di colore 0,74
  • Acidità totale 5,30
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,34
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 105
  • Libera 35
  • Decorso Stagionale Decorso primaverile regolare contrassegnato da sporadiche perturbazioni in fase di prefioritura. L’estate non è mai stata torrida e agosto non ha mai visto le piante in condizioni di stress anzi, è stato un mese insolitamente fresco. Eccezion fatta per la prima settimana, settembre è stato caldo e soleggiato, per cui la vendemmia si è potuta svolgere e concludere senza particolari problemi.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva, penetrante e giovane. Profumo complesso con sentori di piccoli frutti e prugna, ma anche di più complessi come cuoio e tabacco. Buona struttura, ben dimensionata e con un ottimo equilibrio. Il finale è molto lungo.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate 85-90% Sangiovese, con una selezione di varietà del Chianti Classico
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,8
  • ALCOHOL 12,9%
  • PH 3,66
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 33,3
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 0,97
  • intensità di colore 0,840
  • Acidità totale 5,35
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,58
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 98
  • Libera 30
  • Decorso Stagionale L’inizio dell’attività vegetativa è stato regolare, caratterizzato da buone precipitazioni primaverili che hanno favorito il rimpinguimento delle falde acquifere. L’estate, se paragonata alle ultime trascorse, si è rivelata più fresca e, ciò che è più importante, le escursioni termiche fra giorno e notte sono state molto più elevate. In particolare quest’ultimo aspetto ha giovato ad una maturazione graduale ed equilibrata.
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva, penetrante e giovane. Profumo complesso con sentori di confettura di prugna e ciliegia amarasca, caffè ed una leggera nota di balsamico. Buona struttura, ben dimensionata e con un ottimo equilibrio. Il finale è molto lungo

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate (80%) Sangiovese, (10%) Cabernet, (10%) Canaiolo Nero.
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,8
  • ALCOHOL 12,8%
  • PH 3,6
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 32,3
  • intensità di colore 870
  • Acidità totale 5,0
  • Acidità malica 0,01
  • Acidità Volatile 0,6
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 99
  • Libera 33
  • Decorso Stagionale L’annata è stata segnata da una forte gelata primaverile che ha ridotto notevolmente la produzione, favorendo al contempo l’elevata qualità e la concentrazione delle uve. Ma l’aspetto che più ha caratterizzato questa vendemmia è stato il grande caldo. Una delle estati più calde a memoria d’uomo ha fatto sì che la vendemmia fosse mediamente anticipata di oltre una settimana ed ha ulteriormente ridotto le quantità. Le abbondanti riserve idriche accumulate nell’inverno passato hanno permesso di ovviare alla mancanza di piogge, mentre l’ottima escursione termica, che si è mantenuta durante l’intera stagione, ha contribuito a garantire la salute e complessità del frutto, nonché la freschezza e ricchezza degli aromi. Le uve sanissime di questa vendemmia ne fanno quindi un’ottima annata dal lato qualitativo
DEGUSTAZIONE

Colore rosso malva, profondo, giovane. Profumo complesso che richiama sia le note varietali di confettura di prugna e mora, sia sentori derivanti dall’affinamento, quale liquirizia, vaniglia e una punta di cuoio. Ottima struttura, morbido, ben dimensionato, ottimo equilibrio, lungo nel finale.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate (80%) Sangiovese, (10%) Cabernet, (10%) Canaiolo Nero.
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica entro i successivi 2 mesi.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,6
  • ALCOHOL 13%
  • PH 3,63
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27
  • intensità di colore 680
  • Acidità totale 5,5
  • Acidità malica 0,06
  • Acidità Volatile 0,48
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 99
  • Libera 33
DEGUSTAZIONE

Rosso rubino molto intenso e  giovane; profumo caratterizzato da una chiara nota di prugna e frutti rossi come ciliegia e lampone. Morbido, ben dimensionato; assoluta facilità di beva: ottimo equilibrio.

  • Chianti Classico
  • Denominazione DOCG
  • Uve Impiegate (80%)Sangiovese, (10%) Cabernet, (10%) Canaiolo Nero.
  • Metodo di produzione

    fermentazione a temperatura controllata in tini d’acciaio (25 - 30°C) per 7 giorni. Fermentazione malolattica.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,2
  • ALCOHOL 12,4%
  • PH 3,5
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 27
  • intensità di colore 680
  • Acidità totale 5,1
  • Acidità malica 0,06
  • Acidità Volatile 0,42
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 99
  • Libera 33
  • Decorso Stagionale L’ andamento stagionale è stato entro valori medi sino ad agosto: buona piovosità’ invernale, temperature primaverili regolari, hanno portato la pianta in agosto ad un equilibrio vegetativo ottimale. La quantità d’uva per ceppo era ben bilanciata con la superficie fogliare utile. Tutto concorreva per una maturazione ideale. Ma fra la vigilia di ferragosto ed il giorno successivo si è verificato un incremento termico sostanziale, di 6°C, e così repentino da non lasciare il tempo alle viti di adattarsi alla nuova situazione. Le vigne sono dunque entrate in stress idrico. La situazione si è poi aggravata il 21 di agosto, cioè da quando si sono avuti cinque giorni successivi con temperatura costantemente sopra i 37°C. Infine le notti sempre sopra i 20°C, non hanno mai consentito tregua alle piante così provate. I processi di sintesi si sono bloccati, ma si è ugualmente avuto un’accelerazione della maturazione zuccherina imputabile principalmente a disidratazione degli acini. Tutto questo incalzare di eventi ha portato l’azienda ad organizzarsi in modo d’anticipare e raccorciare i tempi di vendemmia, e gli enologi ad avere un approccio più dolce, così da evitare l’estrazione di composti duri ed amari tipici dei vigneti stressati. Nella memoria della Banfi, il 2000 è stato senza dubbio annoverabile fra le vendemmie più impegnative e di più difficile gestione.
DEGUSTAZIONE

Rosso rubino molto intenso e  giovane; profumo caratterizzato da una chiara nota di prugna e frutti rossi come ciliegia e lampone. Morbido, ben dimensionato; assoluta facilità di beva: ottimo equilibrio.

PRIVACY POLICY

La tutela della privacy per Banfi S.r.l. è fondamentale. Banfi S.r.l. si impegna a mantenere riservate le informazioni personali degli utenti. È possibile offrire un servizio migliore facendo in modo che l'utente sia consapevole e capisca le norme e i criteri adottati per la tutela della privacy. I criteri che utilizza Banfi S.r.l. nel trattamento dei dati personali sono indicati di seguito.
 
Perchè vengono raccolti i dati personali
Banfi S.r.l. raccoglie e utilizza le informazioni personali degli utenti per garantire un servizio migliore e per facilitare l'accesso a una vasta gamma di prodotti e servizi. Inoltre, i dati personali vengono utilizzati per mantenere ogni utente aggiornato su nuovi prodotti e su altre informazioni che Banfi S.r.l. ritiene possano interessare. Inoltre, i dati personali possono essere utilizzati per contattare l'utente per invitarlo a partecipare ad eventuali ricerche di mercato che permettano sia di valutare il grado di soddisfazione che di sviluppare prodotti migliori.
 
Come vengono raccolti i dati personali
Le informazioni riguardanti gli utenti vengono raccolte in molti modi. Per esempio, le informazioni utilizzabili per contattare l'utente possono essere richieste quando egli scrive a Banfi S.r.l., telefona per richiedere un servizio o partecipa a un sondaggio online. Inoltre, quando viene effettuata l'iscrizione a servizi Internet Banfi S.r.l. o l'iscrizione a una mailing list, vengono fornite informazioni che sono poi raccolte ed archiviate all'interno di un database sicuro.
 
Quando vengono rivelati i dati personali
Può accadere che sia necessario rivelare i dati personali dei clienti per legge o durante un procedimento legale o qualora fosse necessario per il pubblico interesse.
 
Come vengono tutelati i dati personali
Banfi S.r.l. tutela la sicurezza dei dati che gli utenti inviano, utilizzando procedure fisiche, elettroniche e gestionali. Banfi S.r.l. invita gli utenti a prendere le necessarie precauzioni per proteggere i propri dati personali su Internet. Banfi S.r.l. suggerisce di modificare spesso le password, utilizzando una combinazione di lettere e di numeri e assicurandosi di utilizzare un browser sicuro.

Accedere alle informazioni personali
L'utente può in ogni momento accedere alle informazioni che lo riguardano. Per consultare e aggiornare le informazioni personali informazioni personali che Banfi S.r.l. ha raccolto, è possibile contattare banfi@banfi.it.
 
Raccolta di altre informazioni personali
È possibile navigare nel sito di Banfi S.r.l. in modo anonimo. Tuttavia, il browser comunica automaticamente il tipo di computer e di sistema operativo utilizzati.

Come molti altri siti web, il sito web di Banfi S.r.l. utilizza la tecnologia "cookie". La prima volta che l'utente si collega al sito, il cookie identifica il browser con un numero casuale univoco. I cookie utilizzati non rivelano alcuna informazione di carattere personale dell'utente, tranne eventualmente il nome di battesimo che viene utilizzato per dare il benvenuto al momento della visita successiva. I cookie consentono di capire quali parti dei siti sono consultate con maggiore frequenza, quali sono i percorsi dei visitatori e per quanto tempo essi rimangono collegati. I cookie vengono utilizzati per studiare gli schemi di traffico sul sito Banfi S.r.l. così da poterlo migliorare.