La Pettegola

Vermentino Toscana IGT

Bolgheri e Costa Toscana

La Pettegola

Uve Impiegate

Vermentino.

Metodo di produzione

Ad una pressatura delle uve molto leggera segue la fermentazione alcolica in serbatoi d’acciaio a temperatura controllata (14-16°C), per un periodo di 13-16 giorni.

Il commento dell’enologo

Ultimo bianco nato in casa Banfi, La Pettegola si caratterizza per la sua espressione aromatica, ricca e delicata, così come per la sua spiccata acidità.

I Premi 2015

Note sulle annate 2015

  • La Pettegola
  • Denominazione IGT
  • Zona di produzione

    Le moderate piogge primaverili hanno rimpinguato le falde acquifere, evitando lo stress idrico durante i caldi mesi estivi. Le alte temperature di luglio e agosto, accompagnate da ottime escursioni termiche tra il giorno e la notte, hanno favorito la maturazione delle uve. Le varietà bianche hanno, così, potuto sviluppare molto bene il profilo aromatico, e quelle a bacca rossa una perfetta sintesi dei polifenoli. Il mese di settembre è stato soleggiato, asciutto e con temperature calde, permettendo di completare la maturazione delle uve e vendemmiare in condizioni ottimali.

  • Uve Impiegate Vermentino
  • Metodo di produzione

    Pressatura delle uve molto leggera. La fermentazione alcolica avviene in serbatoi d’acciaio a temperatura controllata (14-16°C), per un periodo di 13-16 giorni. e hanno, così, potuto sviluppare molto bene il profilo aromatico, e quelle a bacca rossa una perfetta sintesi dei polifenoli. Il mese di settembre è stato soleggiato, asciutto e con temperature calde, permettendo di completare la maturazione delle uve e vendemmiare in condizioni ottimali.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 23.2
  • ALCOHOL 13.1%
  • PH 3,26
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 23,7
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 4,5
  • Acidità totale 6,89
  • Acidità malica 1,54
  • Acidità Volatile 0,21
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 121
  • Libera 41
  • Decorso Stagionale Le moderate piogge primaverili hanno rimpinguato le falde acquifere, evitando lo stress idrico durante i caldi mesi estivi. Le alte temperature di luglio e agosto, accompagnate da ottime escursioni termiche tra il giorno e la notte, hanno favorito la maturazione delle uve. Le varietà bianche hanno, così, potuto sviluppare molto bene il profilo aromatico, e quelle a bacca rossa una perfetta sintesi dei polifenoli. Il mese di settembre è stato soleggiato, asciutto e con temperature calde, permettendo di completare la maturazione delle uve e vendemmiare in condizioni ottimali.
DEGUSTAZIONE

Il colore è giallo paglierino. Al naso si avvertono sentori molto intensi di fruttato tra i quali spiccano quelli agrumati e di pesca gialla. Ad essi si accompagnano impeccabilmente note floreali e di macchia mediterranea. La struttura piena è resa vibrante da un’acidità ricca che dona freschezza e vivacità, bilanciata da un fondo sapido. Finale di bocca molto persistente e dalla piacevole fruttuosità.

  • La Pettegola
  • Denominazione IGT
  • Uve Impiegate Vermentino
  • Metodo di produzione

    Pressatura delle uve molto leggera. La fermentazione alcolica avviene in serbatoi d’acciaio a temperatura controllata (14-16°C), per un periodo di 13-16 giorni.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,5
  • ALCOHOL 12,6%
  • PH 3,24
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 4,4
  • Acidità totale 6,67
  • Acidità malica 1,6
  • Acidità Volatile 0,19
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 116
  • Libera 39
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata con leggero anticipo. Abbiamo avuto una primavera molto piovosa e temperature fresche, e ampiamente sotto le medie stagionali, nei mesi estivi. Questo ha fatto sì che la maturazione delle uve sia avvenuta con un ritardo di circa 10 giorni rispetto agli anni passati. La raccolta delle varietà più precoci è stata agevolata da un inizio di settembre piuttosto fresco, mentre le varietà più tardive hanno goduto di un innalzamento delle temperature nell’ultima decade del mese, che ha permesso la completa maturazione delle uve.
DEGUSTAZIONE

Colore giallo paglierino; aroma fruttato e intenso con sentori di albicocca, pompelmo, e note di macchia mediterranea; struttura piena vivacizzata da un’acidità ricca che dona freschezza e lunghezza. In bocca l’equilibrio è spostato verso la vivacità e l’aroma è molto persistente.

  • La Pettegola
  • Denominazione Tosacana IGT
  • Uve Impiegate Vermentino con piccole percentuali di Sauvignon Blanc
  • Metodo di produzione

    Pressatura delle uve molto leggera. La fermentazione alcolica avviene in serbatoi d’acciaio a temperatura controllata (14-16°C), per un periodo di 13-16 giorni.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,6
  • ALCOHOL 12,6%
  • PH 3,29
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 22,6
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 3,5
  • Acidità totale 6,30
  • Acidità malica 1,6
  • Acidità Volatile 0,13
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 118
  • Libera 41
  • Decorso Stagionale Dopo una primavera e un inizio estate piuttosto piovosi, i mesi di settembre e ottobre sono stati molto buoni dal punto di vista meteorologico, con tanto sole e un’ottima ventilazione. Con la vendemmia 2013 siamo tornati alla “normalità” degli anni ’80 e ’90 e la raccolta è iniziata con circa 15 giorni di ritardo rispetto agli ultimi anni. Le benevoli condizioni climatiche hanno favorito una maturazione graduale e tardiva delle uve, che si sono presentate in eccellenti condizioni qualitative, con profumi varietali meravigliosamente intensi e un buon equilibrio tra grado alcolico e acidità molto sviluppate.
DEGUSTAZIONE

Colore giallo paglierino. Al naso è fruttato, con accentuati aromi di agrumi, ma anche note floreali e di macchia mediterranea. La struttura piena è resa vibrante da un’acidità ricca che dona vivacità e ampiezza. Finale di bocca molto persistente e dalla piacevole fruttuosità.

  • La Pettegola
  • Denominazione IGT Toscana
  • Uve Impiegate Vermentino con piccole percentuali di Sauvignon Blanc
  • Metodo di produzione

    Pressatura delle uve molto leggera. La fermentazione alcolica avviene in serbatoi d’acciaio a temperatura controllata (14-16°C), per un periodo di 13-16 giorni.

Caratteristiche tecniche
  • BRIX 22,7
  • ALCOHOL 12,7%
  • PH 3,21
  • ESTRATTO DI SUCCO NETTO (G/LT.) 22,7
  • ZUCCHERI RESIDUI (G/LT.) 3
  • intensità di colore 0,09
  • Acidità totale 6,13
  • Acidità malica 1,4
  • Acidità Volatile 0,13
SO2 (MG/LT.)
  • Totale 120
  • Libera 43
  • Decorso Stagionale La stagione vegetativa è cominciata nei tempi consueti, e la primavera è stata caratterizzata dai mesi di aprile e maggio miti e asciutti. Nel mese di giugno si sono avute temperature fresche, con assenza di precipitazioni. L’estate è proseguita con temperature nella media stagionale nel mese di luglio fino a metà agosto, quando si sono improvvisamente alzate sopra i 40°C fino alla fine del mese. Un settembre soleggiato e con temperature rientrate nelle medie stagionali ha favorito le operazioni vendemmiali.
DEGUSTAZIONE

Colore giallo paglierino. Al naso aromi fruttati intensi di albicocca, e pompelmo, con sentori di macchia mediterranea. La struttura è piena e vivacizzata da una spiccata acidità, che dona freschezza e persistenza nel finale di bocca. 

PRIVACY POLICY

La tutela della privacy per Banfi S.r.l. è fondamentale. Banfi S.r.l. si impegna a mantenere riservate le informazioni personali degli utenti. È possibile offrire un servizio migliore facendo in modo che l'utente sia consapevole e capisca le norme e i criteri adottati per la tutela della privacy. I criteri che utilizza Banfi S.r.l. nel trattamento dei dati personali sono indicati di seguito.
 
Perchè vengono raccolti i dati personali
Banfi S.r.l. raccoglie e utilizza le informazioni personali degli utenti per garantire un servizio migliore e per facilitare l'accesso a una vasta gamma di prodotti e servizi. Inoltre, i dati personali vengono utilizzati per mantenere ogni utente aggiornato su nuovi prodotti e su altre informazioni che Banfi S.r.l. ritiene possano interessare. Inoltre, i dati personali possono essere utilizzati per contattare l'utente per invitarlo a partecipare ad eventuali ricerche di mercato che permettano sia di valutare il grado di soddisfazione che di sviluppare prodotti migliori.
 
Come vengono raccolti i dati personali
Le informazioni riguardanti gli utenti vengono raccolte in molti modi. Per esempio, le informazioni utilizzabili per contattare l'utente possono essere richieste quando egli scrive a Banfi S.r.l., telefona per richiedere un servizio o partecipa a un sondaggio online. Inoltre, quando viene effettuata l'iscrizione a servizi Internet Banfi S.r.l. o l'iscrizione a una mailing list, vengono fornite informazioni che sono poi raccolte ed archiviate all'interno di un database sicuro.
 
Quando vengono rivelati i dati personali
Può accadere che sia necessario rivelare i dati personali dei clienti per legge o durante un procedimento legale o qualora fosse necessario per il pubblico interesse.
 
Come vengono tutelati i dati personali
Banfi S.r.l. tutela la sicurezza dei dati che gli utenti inviano, utilizzando procedure fisiche, elettroniche e gestionali. Banfi S.r.l. invita gli utenti a prendere le necessarie precauzioni per proteggere i propri dati personali su Internet. Banfi S.r.l. suggerisce di modificare spesso le password, utilizzando una combinazione di lettere e di numeri e assicurandosi di utilizzare un browser sicuro.

Accedere alle informazioni personali
L'utente può in ogni momento accedere alle informazioni che lo riguardano. Per consultare e aggiornare le informazioni personali informazioni personali che Banfi S.r.l. ha raccolto, è possibile contattare banfi@banfi.it.
 
Raccolta di altre informazioni personali
È possibile navigare nel sito di Banfi S.r.l. in modo anonimo. Tuttavia, il browser comunica automaticamente il tipo di computer e di sistema operativo utilizzati.

Come molti altri siti web, il sito web di Banfi S.r.l. utilizza la tecnologia "cookie". La prima volta che l'utente si collega al sito, il cookie identifica il browser con un numero casuale univoco. I cookie utilizzati non rivelano alcuna informazione di carattere personale dell'utente, tranne eventualmente il nome di battesimo che viene utilizzato per dare il benvenuto al momento della visita successiva. I cookie consentono di capire quali parti dei siti sono consultate con maggiore frequenza, quali sono i percorsi dei visitatori e per quanto tempo essi rimangono collegati. I cookie vengono utilizzati per studiare gli schemi di traffico sul sito Banfi S.r.l. così da poterlo migliorare.